quattro

rifiorisce nel tuo vaso
il tuo ricordo nel mio cuore
non muore
l’inverno nel tepore della terra
che la coccola
terra madre custodisce mia madre
terra madre cui ritornare
e riabbracciarti ancora
i sensi a ritrovare un senso ormai perduto
mai sono stato bastone alla tua vecchiaia
sempre hai sorretto la mia vita
barcollo incerto
senza il senso del mio esistere
senza il senso della tua morte
senza il senso della vita e della morte
senza il senso della mia morte

Annunci
Pubblicato su diario. 2 Comments »

2 Risposte to “quattro”

  1. Stufa Says:

    Mmmmmm, Luigi poetico?
    Sento la velata disperazione mista a malinconia di questi versi… 😦

  2. madeinfranca Says:

    Luì…forse mi son persa l’un/due/tre…ma questa è occasione per farti un…caldo saluto ed un ‘ondata di bisous !


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: