rosso

rosso

Annunci
Pubblicato su foto. 14 Comments »

Si sta come, d’autunno, sugli alberi, le foglie.

sole!

Pubblicato su foto. 4 Comments »

bipartizan

Pubblicato su riflessioni. 10 Comments »

fred

devo smettere, devo disintossicarmi!
anche perché ormai mi fa male, al cervello e ai sentimenti.
annozero e report mi stanno spezzando, già ampiamente piegato da tutti gli altri.
durante l’ultimo annozero ad un certo punto mi pareva che il più normale, il meno finto, il più… (oddio!) onesto: fosse cuffaro!!
ma ti rendi conto? ma mi rendo conto?
il senso che mi viene da tutti questi reportage, il moto che mi nasce dentro, è di cominciare a credere veramente che darsi al furto con scasso possa essere una sorta di forma di integrazione in quasta nostra sozza società.
non se ne salva uno!
e tutti quei fiumi di soldi distribuiti a destra e manca tra presunti manager e sicuri dirigenti falliti; consulenti insipienti e consulenze inesistenti; tonnellate di tonnellate di spazzatura e bassolino che sembra cantare “e io fra di voi…” ai sacchi di monnezza; ponti di cemento armato che crollano e ponti d’oro a chi li ha costruiti; ministri, finanziarie, buchi, indulti… l’autista di totò riina che dice che lui è solo un lavoratore onesto, deve tenersi buono il lavoro che è un padre di famiglia, che il lavoro l’ha ottenuto onestamente, che lui guida, lo accompagna ma… non spara!
e spara. e spara! SPARA!!!
eri piccolo, ma piccolo, piccolo!… così.

Pubblicato su riflessioni. 7 Comments »

colori

Pubblicato su foto. 15 Comments »

empasse

il francese non lo so, ma fa figo.
secondo me, per me, a me mi fa figo.
tanto per togliermi da quella stellina…

un po’ c’ho fretta, un po’ non c’ho idee, un po’ non so…

certezze non ne ho avute mai
le uniche certezze che ho sono quelle dei miei sbagli, dell’aver "fatto" lo sbaglio concreto, non d’aver "pensato" in un modo sbagliato.
per esempio adesso non penso che potrebbe essere sbagliato il modo in cui penso e quel che penso (spiralando ad libitum) ma al più potrebbe essere sbagliato quello che scrivo e il perchè lo scrivo mentre quel che penso non è giusto o sbagliato ma solo conseguenza del mio esistere.
per il semplice fatto che esisto prima o poi dovrò pur partorire un pensierino! e quello non è giusto o sbagliato ma solo figlio del mio esistere… in un contesto, naturalmente: sole, terra, madre. padre. ggente, temperature, clima, salute, soldi… ma anche in un miracolo: e qui non so che dire… dio? allah? visnù? tutti insieme? universo piatto? tondo? a fiorellini?…
generalizzando penso che si possano aver certezze sul verbo "fare" ma non sul verbo "esistere".
adesso potrei dire che quindi sarebbe meglio dare priorità allo spirito piuttosto che alla carne, all’essere che all’apparire ecc. ecc. ma questo fare (scrivere) sarebbe fortemente soggetto a sbagli mentre quel che penso manco lo so bene nemmeno io cos’è.

certezze non ne ho avute mai
le uniche certezze che ho sono quelle dei miei sbagli

c’era una canzone di carly simon che mi piaceva tanto e diceva:
this is dedicated to the one I love
this is dedicated to the one I love
this is dedicated to the one I love
this is dedicateeeeeed  to… lei e lui 

Pubblicato su riflessioni. 14 Comments »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: